Bussola

Conciliazione

Sommario

Inquadramento | La conciliazione extragiudiziale | L'amministrazione della conciliazione | La domanda di concilizione | L'adesione alla procedura di conciliazione | L'incontro di conciliazione | Il verbale di conciliazione | Riferimenti |

 

La conciliazione rientra a pieno diritto tra gli strumenti di risoluzione delle controversie alternativi sia al giudice che all'arbitro. È uno strumento abbastanza nuovo per il nostro ordinamento, poiché nella sua essenza è assai diverso da come è stato disegnato dal legislatore del c.p.c. del 1942. In nostro codice di rito prevede varie ipotesi di conciliazione che devono o possono essere esperite dal giudice o dal consulente tecnico, ma purtroppo la caoticità del processo civile, nella quasi totalità dei casi, non consente un adeguato uso della conciliazione, la quale rimane bloccata in fieri in un semplice tentativo, destinato, spesso, a naufragare, a volte, anche per volontà delle stesse parti in lite. Quindi, la conciliazione come prevista da c.p.c. può essere suddivisa, in via sistematica, in tre fattispecie: quella che avviene prima di un procedimento contenzioso arbitrale o giudiziario; quella endoprocessuale, che avviene nel contesto di un procedimento arbitrale o giudiziario; quella praeter procedimentale che avviene del tutto al di fuori di un qualsivoglia procedimento arbitrale o giudiziario. La vera conciliazione, così come viene intesa nei paesi anglosassoni è qualcosa di assai diverso, uno strumento di componimento delle controversie veramente efficace e potenzi...

Leggi dopo