Bussola

Comunicazioni telematiche

03 Maggio 2016 |

Sommario

Inquadramento | Il contenuto della comunicazione telematica | Il regime delle comunicazioni telematiche | I pubblici elenchi | Cenni sulle comunicazioni telematiche in Cassazione | Riferimenti |

 

L'informatizzazione delle comunicazioni di cancelleria ha costituito un passaggio fondamentale per l'implementazione del sistema del processo civile telematico. Non è questa la sede per ricostruire tutti e i numerosi interventi normativi che hanno interessato la materia, tuttavia è opportuno da subito evidenziare come la digitalizzazione delle comunicazioni abbia rappresentato anche uno dei primi settori di interesse per il legislatore informatico, in ciò evidentemente incentivato pure dal carattere più organizzativo che decisionale delle norme di riferimento. In tal senso, già nell'art. 51, comma 1, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 (oggi abrogato dal d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla l. 17 dicembre 2012, n. 221) poteva rintracciarsi un primo riferimento normativo per le comunicazioni telematiche atteso che la medesima disposizione prevedeva la possibilità di effettuare per via telematica all'indirizzo elettronico comunicato ai sensi dell'art. 7 d.P.R. 13 febbraio 2001, n. 123, e nel rispetto della normativa, anche regolamentare, relativa al processo telematico, concernente la sottoscrizione, le notificazioni e le comunicazioni di cui al  comma 1 dell'art. 170 c.p.c., la notificazione di cui al comma 1 dell'art. 192 c.p.c. nonché ogni altra comunicazi...

Leggi dopo