Bussola

Competenza per materia

21 Aprile 2017 |

Sommario

Inquadramento | Competenza per materia del giudice di pace | Competenza per la cause relative ai beni mobili | Competenza per le cause di risarcimento del danno prodotto dalla circolazione dei veicoli natanti | Competenza per materia indipendente dal valore: singole ipotesi | Competenza per le cause relative ad interessi o accessori da ritardato pagamento di prestazioni previdenziali o assistenziali | Competenza in tema di opposizione ad ingiunzione | Competenza per materia del Tribunale | Competenza per le cause che non sono di competenza di altro giudice | Competenza esclusiva: singole ipotesi | Riferimenti |

 

La competenza per materia (riparto in senso verticale) fa riferimento alla natura della controversia: questo criterio fa riferimento al tipo di rapporto giuridico che è oggetto della controversia. La competenza per valore (riparto in senso verticale) fa, invece, riferimento al valore economico della controversia. Per i giudici specializzati è escluso ogni rilievo al criterio del valore. I criteri della materia e del valore operano in combinazione tra loro secondo la seguente regola: il criterio del valore è generale nel senso che opera quando non esistono regole che stabiliscano diversamente con riguardo alla materia; quando ciò avvenga, il criterio della materia prevale su quello per valore.     In evidenza  Le ipotesi di competenza del Giudice di pace sono fissate dall'art. 7 c.p.c. i cui primi due commi dettano ipotesi di competenza mista, cioè limitata contemporaneamente per materia e per valore. Queste ipotesi riguardano: le cause relative a beni mobili di valore non superiore a euro 5.000,00, quando dalla legge non sono attribuite alla competenza di altro giudice. Ai fini di questa attribuzione bisogna dare rilevanza alla distinzione tra causa mobiliare e causa immobiliare. Vanno considerate relative a beni mobilitutte le cause che non hanno ad oggetto un diritto real...

Leggi dopo