Bussola

Cause collegiali

07 Luglio 2017 |

Sommario

Inquadramento | Cause nelle quali è obbligatorio l'intervento del pubblico ministero | Cause di opposizione, impugnazione, revocazione e in quelle conseguenti a dichiarazioni tardive di crediti di cui al r.d. 16 marzo 1942 n. 267 e alle altre leggi speciali disciplinanti la liquidazione coatta amministrativa | Cause devolute alle sezioni specializzate | Cause di impugnazione delle delibere assembleari e del consiglio di amministrazione e cause di responsabilità | Cause di impugnazione dei testamenti e di riduzione per lesione di legittima, cause per la responsabilità dei magistrati, cause ex art. 140-bis Cod. Cons. | Procedimenti in camera di consiglio | Inosservanza delle disposizioni sulla composizione collegiale o monocratica del tribunale | Riferimenti |

 

L'art. 50-bis c.p.c., introdotto dall'art. 56, d.lgs. n. 51/1998, riserva alla decisione del collegio tutte le cause prima previste dall'art. 48 ord giud., tranne i giudizi di appello, i giudizi divisori, oltre che ogni ulteriore controversia relativa a rapporti sociali nelle società, nelle mutue assicuratrici e società cooperative nelle associazioni in partecipazione e nei consorzi. Vengono aggiunte, rispetto all'impianto originario della parallela disposizione dell'ord. Giud., le cause di impugnazione dei testamenti e di riduzione per lesione di legittima, oltre che le cause relative all'impugnazione delle deliberazioni assembleari e del consiglio di amministrazione e le cause di ricusazione di uno dei componenti del Tribunale o della Corte d'Appello. La norma sposa la vocazione per la decisione monocratica, riducendo la decisione collegiale a semplice eccezione. Mentre l'art. 50-bis c.p.c. indica quali siano in concreto le ipotesi di collegialità della decisione, l'art. 50-ter c.p.c. stabilisce che, fuori dai casi previsti dalla norma dell'art. 50-bis, il tribunale giudica in composizione monocratica.   In evidenza  L'art. 50-bis c.p.c., introdotto dall'art. 56, d.lgs. n. 51/1998, riserva alla decisione del collegio tutte le cause prima previste dall'art. 48 ord giud., t...

Leggi dopo