Bussola

Beni impignorabili

Sommario

Inquadramento | Impignorabilità o difetto di giurisdizione | Casi in cui la giurisdizione esecutiva è in discussione: a) l’espropriazione forzata dei beni situati all’estero | Segue: B) L'immunità' dalla giurisdizione degli Stati esteri e dei suoi agenti rispetto all'espropriazione forzata | Segue: C) La giurisdizione esecutiva in materia tributaria | Segue: D) Beni immobili del demanio pubblico e del patrimonio pubblico indisponibile | Norme e giurisprudenza su casi d'impignorabilità: A) Cose mobili assolutamente impignorabili o pignorabili in particolari circostanze di tempo | Segue: B) Crediti impignorabili | Segue: C) Crediti limitatamente pignorabili secondo il c.p.c. | Segue: D) Specifiche disposizioni di legge che limitano la pignorabilità dei crediti | Segue: E) Casi a discussa ma esclusa limitata pignorabilità | Segue: F) Limiti alla rilevanza dell'impignorabilità | Segue: G) Regimi della pignorabilità del denaro presso le pubbliche amministrazioni | Segue: H) L'esecuzione forzata sul denaro depositato dagli organi di Stati esteri su conti correnti | Disciplina del rilievo della impignorabilità | Riferimenti |

 

Di impignorabilità si può propriamente parlare a proposito della condizione giuridica di un bene mobile o immobile o d'un credito, di cui sia titolare il soggetto contro il quale si intende rivolgere l'esecuzione forzata per espropriazione, quando la legge vi pone un limite a che lo sia, talora affatto, rispetto a determinati beni o crediti, come nel caso previsto dall'art. 545, comma 2, c.p.c., ma più spesso solo in parte. L'impignorabilità limita dunque la responsabilità patrimoniale ed è perciò ammessa nei soli casi previsti dalla legge [art. 2740, comma 2, c. c.], che, d'altro canto, non potrebbe escluderla del tutto nel rapporto tra debitore e creditore, senza vanificare la tutela dei diritti che l'art. 24, comma 1, Cost. assicura attraverso l'accesso alla giurisdizione [al riguardo sono da richiamare le sentenze Corte cost., 4 dicembre 2002 n. 506 e Corte cost., 3 dicembre 2015 n. 248, in GCost. 2002, 4146 e rispettivamente 2015, 2221, la prima specificamente in tema di trattamenti pensionistici, la seconda in tema di crediti derivanti da rapporto di lavoro o di impiego, ma con intento riassuntivo della giurisprudenza costituzionale sull'insieme dell'argomento]. Viene in rilievo, l'impignorabilità, se, mancato lo spontaneo adempimento di un'obbligazione pecuniaria risult...

Leggi dopo