Bussola

Assegnazione (ordinanza di)

21 Novembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | Assegnazione e vendita di crediti | Effetti | Efficacia esecutiva | Impugnazione | Riferimenti |

 

Nell'espropriazione presso terzi il pignoramento ha ad oggetto beni o somme di denaro appartenenti al debitore esecutato che si trovano in possesso di un terzo. Pertanto, il pignoramento viene notificato anche al debitor debitoris, che è chiamato a rendere una dichiarazione specificando di quali cose o di quali somme è debitore o si trova in possesso e quando ne deve eseguire il pagamento o la consegna al debitore esecutato. L'esecuzione forzata presso terzi è a formazione progressiva, in quanto si completa soltanto con la dichiarazione positiva del terzo ovvero con l'accertamento del relativo obbligo, momenti ai quali deve aversi riguardo per valutare la sussistenza del credito del debitore nei confronti del terzo (Cass. civ., n. 12113/2013, in Foro it., 2014, n. 2, 1209, con nota di Desiato). L'ordinanza di assegnazione è quindi il provvedimento mediante il quale, nell'ipotesi di dichiarazione positiva del terzo, viene a compiersi il procedimento di espropriazione presso terzi con il trasferimento al creditore delle somme o dei crediti vantati dal proprio debitore nei confronti del terzo. Pertanto, l'assegnazione del credito configura una datio in solutum, con effetto liberatorio condizionato all'effettiva riscossione, ossia pro solvendo.

Leggi dopo