Bussola

Ammortamento dei titoli di credito

30 Maggio 2018 |

Sommario

Inquadramento | L'incorporazione del diritto nel titolo e le finalità della procedura di ammortamento | Titoli di credito e soggetto attivo | Ammortamento e titoli al portatore | Ammortamento e titoli nominativi | Competenza | Procedura di ammortamento: fase necessaria e fase eventuale (opposizione) | Diritti del ricorrente durante il termine dell'opposizione | Effetti dell'ammortamento | Perdita del diritto di credito per fatto illecito altrui | Riferimenti |

 

I titoli di credito sono documenti destinati alla circolazione che attribuiscono il diritto a ricevere una determinata prestazione. La loro funzione è quella di rendere la circolazione dei diritti di credito più semplice e sicura e hanno come paradigma di riferimento le norme che disciplinano la circolazione dei beni mobili. I titoli di credito si distinguono in titoli di credito in senso stretto che sono quelli che attribuiscono al possessore il diritto di ricevere una somma di denaro, come l'assegno bancario e la cambiale; i titoli di credito rappresentativi di merci in forza dei quali il possessore ha il diritto di ritirare o consegnare merci, come le polizze di carico e la fede di deposito; i titoli di credito che consistono in valori mobiliari che attribuiscono al possessore la qualità di socio (ad es. azioni) o di creditore nei confronti di enti pubblici (ad es. BOT) o di società private (ad es. obbligazioni). In considerazione delle modalità di trasferimento dei titoli di credito, poi, si distinguono i titoli al portatore, i titoli all'ordine e i titoli nominativi. I primi si trasferiscono con la semplice consegna del titolo; i secondi mediante girata che è una dichiarazione scritta sul titolo con la quale il possessore ordina al debitore di eseguire la prestazione in f...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >