Giurisprudenza commentata

Le Sezioni Unite fanno il punto sui procedimenti esperibili per la liquidazione dei compensi degli avvocati

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all’approfondimento |

 

Con la decisione in commento, le Sezioni Unite della Corte di cassazione, esclusa l’utilizzabilità del rito ordinario di cognizione e di quello sommario di cui agli artt. 702-bis e ss., affermano che le controversie di cui all’art. 28 della l. n. 794/1942 possono essere introdotte, oltre che con il procedimento monitorio, anche con ricorso sommario cd. speciale di cui agli artt. 14, 3 e 4 d.lgs. n. 150/2011, con la precisazione che restano soggette al rito indicato dall’art. 14 cit. anche quando il cliente dell’avvocato non si limiti a sollevare contestazioni sulla quantificazione del credito alla stregua della tariffa, ma sollevi contestazioni in ordine all’esistenza del rapporto, alle prestazioni eseguite ed in genere riguardo all’an debeatur.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >