Giurisprudenza commentata

Il revirement della Cassazione sulla corrispondenza tra importo della condanna alle spese e compenso liquidato al difensore del non abbiente

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

La Suprema Corte torna ad occuparsi della questione, quanto mai controversa a livello giurisprudenziale, se nel processo civile con parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato, qualora quest'ultima risulti vittoriosa, la somma liquidata al difensore della parte non abbiente debba coincidere con quella oggetto della condanna ai sensi dell'art. 91 c.p.c., da adottarsi necessariamente in favore dello Stato ai sensi dell'art. 133, d.P.R. n. 115/2002.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >