Giurisprudenza commentata

Il potere di riesame del «fatto processuale» ed il principio di autosufficienza: la linea di demarcazione è sottile, ma netta

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La Corte di cassazione, a fronte della deduzione di un error in procedendo, è «giudice del fatto processuale», e per tale ragione ha accesso diretto alle carte, che senso ha dire che il motivo non è autosufficiente? Visto che la Corte di cassazione prende in mano il fascicolo e lo sfoglia così come farebbe il giudice di merito, perché non può essa stessa individuare quegli atti o quei documenti attinti dal motivo di ricorso?

Leggi dopo