Giurisprudenza commentata

I rapporti tra emendatio e mutatio libelli nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all’approfondimento |

 

Con la decisione in commento, la Cassazione conferma il nuovo corso, inaugurato dalla sentenza n. 12310/2015, secondo la quale la modificazione della domanda ammessa a norma dell’art. 183 c.p.c., può riguardare anche uno o entrambi gli elementi identificativi della medesima sul piano oggettivo (petitum e causa petendi), sempre che la domanda così modificata risulti in ogni caso collegata alla vicenda sostanziale dedotta in giudizio, e senza che per ciò solo si determini la compromissione delle potenzialità difensive della controparte ovvero l’allungamento dei tempi processuali.

Leggi dopo