Focus

Sulle modalità della riproposizione in appello della domanda nel caso di omessa pronuncia

Sommario

Il quadro normativo | L'ambito applicativo dell'art. 346 c.p.c. in relazione alle domande nell'elaborazione della dottrina | Omessa decisione sulle domande in primo grado. La tesi per la quale è sufficiente la riproposizione ex art. 346 c.p.c. | Segue. La tesi per la quale è necessaria la proposizione di uno specifico motivo di appello. | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Nella recente giurisprudenza di legittimità sussiste un contrasto in ordine alla questione afferente la necessità, quando il giudice di primo grado abbia omesso di pronunciarsi su una domanda ovvero su un punto di essa (al di fuori del caso del legittimo assorbimento della stessa), di dedurre uno specifico motivo di appello ai sensi dell'art. 342 c.p.c. ovvero di riproporre soltanto la questione ex art. 346 c.p.c.

Leggi dopo