Focus

Sequestro preventivo finalizzato alla confisca di un bene immobile su cui pende una procedura esecutiva immobiliare

Sommario

Il rapporto fra il sequestro di prevenzione ex art. 20 d.lgs. n. 159/2011 e le azioni esecutive civili | Sequestro preventivo ex art. 321, comma 2, c.p.p. | Il rapporto fra il sequestro preventivo finalizzato alla cd. confisca allargata ex art. 240-bis c.p. (nonché agli altri casi di confisca nei procedimenti relativi ai delitti di cui all'art. 51, comma 3-bis, c.p.p.) e le azioni esecutive civili | Il rapporto fra il sequestro preventivo ex art. 321, comma 2, c.p.p. finalizzato alla confisca (diversa da quella cd. allargata ex art. 240-bis c.p. e dagli altri casi di confisca nei procedimenti relativi ai delitti di cui all'art. 51, comma 3-bis, c.p.p.) e le azioni esecutive civili | Segue. L'ipotesi dell'applicazione analogica dell'art. 104-bis, comma 1-quater, disp. att. c.p.p. (nella versione attualmente in vigore) | Segue. La soluzione secondo i principi generali dell'ordinamento | Segue. Strumenti processuali utili per regolare il rapporto fra il sequestro preventivo e la procedura esecutiva | In conclusione | Riferimenti |

 

Il presente contributo, dopo aver ricordato la disciplina appositamente prevista dal c.d. codice antimafia per regolare il rapporto fra il sequestro di prevenzione ex art. 20 d.lgs. 159/2011 e le azioni esecutive civili, intende fornire una disamina della questione relativa al caso in cui un sequestro preventivo ex art. 321, comma 2, c.p.p. finalizzato alla confisca (diversa da quella c.d. allargata ex art. 240-bis c.p. e dagli altri casi di confisca nei procedimenti relativi ai delitti di cui all'art. 51, comma 3-bis, c.p.p.) venga disposto su un bene immobile oggetto di pignoramento precedentemente trascritto, soffermandosi altresì, in tale ultimo caso, sull'individuazione degli strumenti processuali utili.

Leggi dopo