Focus

Nullità (e inesistenza) della notificazione degli atti processuali

Sommario

Il quadro normativo | La pronuncia delle Sezioni Unite n. 14916/2016 | La sentenza n. 32041/2018 | Considerazioni conclusive | Guida all'approfondimento |

 

Nel caso di avvenuta notificazione in luogo diverso dal domicilio eletto dalla parte, ricorre – per ormai consolidata impostazione della Suprema Corte – un'ipotesi di nullità, e non di inesistenza, della stessa: il luogo di esecuzione non può mai dirsi una componente degli elementi costitutivi propri della notificazione, quali l'attività di trasmissione o di consegna. Esso, pertanto, anche qualora sia privo di alcun collegamento con il destinatario, può unicamente determinare un'ipotesi di nullità della notificazione, sanabile con efficacia ex tunc per raggiungimento dello scopo o per rinnovazione. Ove l'atto venga notificato presso l'indirizzo del difensore risultante dall'albo, la costituzione della parte comporta, dunque, la sanatoria della nullità per avvenuto raggiungimento dello scopo.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >