Focus

Maternità surrogata e compatibilità con l'ordine pubblico della decisione straniera di accertamento del rapporto di genitorialità

Sommario

Premessa | La ricostruzione del caso | La risposta della Corte di cassazione | Legittimazione e poteri del Ministero dell'interno e del Pubblico Ministero | Valutazione di compatibilità con l'ordine pubblico | Le problematiche per gli ufficiali dello stato civile | Riferimenti |

 

Il rifiuto di procedere alla trascrizione nei registri dello stato civile di un provvedimento giurisdizionale straniero, con il quale sia stato accertato il rapporto di filiazione tra un minore nato all'estero e un cittadino italiano, dà luogo, se non determinato da vizi formali, a una controversia di stato, da risolversi mediante il procedimento disciplinato dall'art. 67 della l. n. 218/1995, in contraddittorio con il Sindaco, in qualità di ufficiale dello stato civile destinatario della richiesta di trascrizione, ed eventualmente con il Ministero dell'interno, legittimato a spiegare intervento in causa e ad impugnare la decisione in virtù della competenza ad esso attribuita in materia di tenuta dei registri dello stato civile.

Leggi dopo