Focus

Le ipotesi di rimessione al primo giudice

Sommario

Premessa | L'erronea declinatoria di giurisdizione | La riassunzione a seguito della rimessione di cui all'art. 353 c.p.c. | Le spese | Gli altri casi di appello c.d. rescindente | Tassatività dei casi di rimessione in primo grado e nullità dell'atto di citazione di primo grado | La rinnovazione degli atti nulli | Riferimenti |

 

L'appello è di regola un'impugnazione a carattere sostitutivo, tuttavia, ci sono dei casi in cui l'accoglimento dell'appello comporta la remissione della causa al giudice di primo grado: si tratta di casi tassativamente previsti dagli artt. 353 e 354 c.p.c. nei quali l'appello si comporta come una impugnazione rescindente deviando dal modello sostitutivo. In tali ipotesi il giudice di appello si limita constatare la sussistenza del vizio (fase rescindente) ed a rimettere la causa al giudice di primo grado affinché questi emetta la decisione nel merito (fase rescissoria).

Leggi dopo

Le Bussole correlate >