Focus

La tempestiva riattivazione del procedimento notificatorio

Sommario

Inquadramento | La pronuncia della Cassazione n. 549/2018 | Osservazioni critiche | Guida all'approfondimento |

 

Con la pronuncia n. 549/2018, la Corte di cassazione ha ribadito l'orientamento già enunciato dalle Sezioni Unite il 15 luglio 2016, con la pronuncia n. 14594, affermando che nel caso di esito negativo della notificazione per causa non imputabile al notificante, questi, per conservare gli effetti collegati alla richiesta originaria, deve riattivare il processo notificatorio con immediatezza e svolgere con tempestività gli atti necessari al suo completamento, ossia senza superare il limite di tempo pari alla metà dei termini indicati dall'art. 325 c.p.c., salvo circostanze eccezionali di cui sia data prova rigorosa.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >