Focus

Il potere del giudice di rilevare d'ufficio l'inefficacia del contratto concluso dal falsus procurator

10 Giugno 2016 | Rappresentanza del procuratore e dell’institore

Sommario

Il quadro normativo | Orientamenti a confronto | La sentenza della Cassazione a Sezioni Unite n. 11377/2015 | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

L'importante sentenza Cass. civ., sez. U., 3 giugno 2015 n. 11377 ha risolto la questione di massima importanza circa natura giuridica dell'inefficacia del contratto concluso dal falsus procurator, vale a dire se essa costituisca un'eccezione in senso stretto, come tale proponibile solo ed esclusivamente dal soggetto falsamente rappresentato e nella fase iniziale del giudizio di primo grado, oppure se essa integri un'eccezione in senso lato, rilevabile d'ufficio dal giudice e sollevabile dalle parti per tutta la durata del processo, sia in primo grado che in appello.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >