Focus

Il dies a quo del termine lungo di impugnazione

Sommario

Premessa | Il procedimento di pubblicazione della sentenza | La sentenza “doppiamente datata”: gli orientamenti della giurisprudenza | L'attività di certificazione e comunicazione del cancelliere | Riferimenti |

 

Di norma, il deposito e la pubblicazione della sentenza coincidono e si realizzano con il c.d. deposito ufficiale in cancelleria che determina l'inserimento della sentenza nell'elenco cronologico con attribuzione del numero identificativo e conseguente conoscibilità per gli interessati. Può tuttavia accadere che tali attività non coincidano e, quindi, sulla sentenza siano apposte due date, una di deposito e l'altra di pubblicazione. Nei casi in cui si realizzi un'impropria e patologica scissione temporale tra i due momenti il giudice del gravame è tenuto a verificare la tempestività dell'impugnazione proposta.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >