Homepage

Giurisprudenza sovranazionale Giurisprudenza sovranazionale

Poteri di controllo da parte del giudice adito nella domanda d’ingiunzione di pagamento europea

24 Gennaio 2020 | di Elena D'Alessandro

CGUE

Decreto ingiuntivo europeo (reg. ce n. 1896/2006)

L’art. 7, par. 2, lett. d) ed e), del reg. (CE) n. 1896/2006, che istituisce un procedimento europeo d’ingiunzione di pagamento, nonché l’art. 6, paragrafo 1, e l’articolo 7, paragrafo 1, della direttiva 93/13/CEE del Consiglio, del 5 aprile 1993, concernente le clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori, quali interpretati dalla Corte e letti alla luce dell’articolo 38 della carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, devono essere interpretati nel senso che consentono a un «giudice»...

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

La ripartizione dell'onere della prova tra medico e paziente

24 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

App. Napoli

Onere della prova

Nell’ambito della responsabilità medica, spetta al creditore-paziente provare il nesso eziologico tra evento lesivo e condotta posta in essere dai sanitari.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Le preclusioni nel rito del lavoro: condizioni e limiti di ammissibilità della produzione tardiva di documenti

23 Gennaio 2020 | di Ida Ponticelli

Cass. civ.

Rito del lavoro c.d. semplificato (semplificazione dei riti)

Nella pronuncia in esame la Suprema Corte affronta il problema dell'ammissibilità delle produzioni documentali tardive, delineando le condizioni e i limiti entro cui è possibile, per le parti e per il giudice, derogare alle preclusioni probatorie che scandiscono i tempi e le fasi del processo del lavoro.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

La mancata astensione del giudice nelle ipotesi di cui all’art. 51 c.p.c.

23 Gennaio 2020 | di Lorenzo Balestra

Astensione e ricusazione del giudice

Qualora il giudice versi in una delle ipotesi di astensione prevista dall’art. 51 c.p.c. e, ciononostante, ometta di astenersi, tale omissione può comportare un motivo di gravame?

Leggi dopo
Focus Focus

L'ordine di liberazione dell'immobile pignorato dopo la l. n. 12/2019

22 Gennaio 2020 | di Giacinto Parisi

Custodia (nell’espropriazione forzata)

La l. 11 dicembre 2019, n. 12 ha profondamente modificato l'art. 560 c.p.c., riscrivendo la disciplina dell'ordine di liberazione dell'immobile pignorato. Infatti, mentre in precedenza la permanenza del debitore nell'immobile oggetto di esecuzione costituiva un'eventualità ed avveniva a discrezione del giudice dell'esecuzione che emetteva la relativa autorizzazione, ora è previsto l'esatto opposto.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Validità della notifica in proprio a mezzo PEC ad uno solo dei codifensori ai fini della decorrenza del termine breve

22 Gennaio 2020 | di Matteo Schiavone, Francesco Pedroni

Cass. civ.

Notificazione a mezzo posta elettronica

In caso di mandato ad litem a più difensori (che si presume disgiunto) la notifica della sentenza di primo grado ai fini della decorrenza del termine breve di impugnazione, effettuata via PEC ad uno solo dei difensori costituiti in primo grado è sufficiente per il raggiungimento dello scopo.

Leggi dopo
News News

Terzo mandato consecutivo: decadenza e scorrimento del primo dei non eletti

22 Gennaio 2020 | di Fabio Valerini

CNF, sent., 15 gennaio 2020, n. 1.pdf

Deontologia dell’avvocato

Il Consiglio Nazionale Forense con la decisione n. 1 del 2020 depositata il 15 gennaio scorso ha preso posizione in ordine alle conseguenze dell’intervenuta elezione a consigliere dell’ordine degli avvocati di chi aveva già svolto due mandati consecutivi.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La decorrenza del termine per la notifica del decreto cautelare corretto per errore materiale

21 Gennaio 2020 | di Rosaria Giordano

Trib. Napoli

Decreto cautelare

Due le questioni processuali affrontate dal tribunale di Napoli nell'ordinanza in esame, ovvero se sia possibile che il termine perentorio di otto giorni per la notifica del decreto cautelare possa decorrere dalla correzione di tale provvedimento sotto altro profilo e se legittimi una notifica “tardiva” l'erronea indicazione di un termine superiore da parte del giudice.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Vendita mobiliare

21 Gennaio 2020 | di Annalisa Signorelli

La vendita forzata mobiliare si inserisce nella fase cd. liquidativa del processo di espropriazione mobiliare, volta alla trasformazione del bene mobile pignorato in denaro da distribuirsi ai creditori, e realizza una soddisfazione coattiva dei crediti.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Intervento chiarificatore della Cassazione in tema di difesa in giudizio di Agenzia delle Entrate – Riscossione

20 Gennaio 2020 | di Giuseppe Lauropoli

Cass. civ.

Difesa tecnica

Le Sezioni Unite sono state chiamate a pronunciarsi sulla corretta interpretazione da attribuire all'art. 1, comma 8, d.l. n. 193/2016 (provvedimento istitutivo di Agenzia delle Entrate – Riscossione) e alla successiva norma di interpretazione autentica di tale disposizione, introdotta con l'art. 4-novies del d.l. n. 34/2019: in particolare, la questione controversa concerne la assunzione della difesa in giudizio di Agenzia della Entrate – Riscossione da parte di avvocati del libero foro, essendo emersa la necessità di chiarire se, sulla base delle menzionate disposizioni, tale agente della riscossione disponga sempre della facoltà, alternativa alla possibilità di avvalersi della difesa dell'Avvocatura dello Stato, di avvalersi di avvocati del libero foro, ovvero se una tale facoltà possa essere esercitata solo in presenza di ben precise condizioni.

Leggi dopo

Pagine